Progetto POP UP - Angera

coinvolgimento e animazione di comunità attraverso attività culturali ed esperienze artistiche

Contatti:

Coordinatrice: Dott.ssa Angela Murgia

e-mail: angela.murgia@laquilonescs.it 

tel. 393.9879615

Progetto in collaborazione con il Comune di Angera e realizzato grazie al finanziamento di Fondazione Cariplo nell’ambito del bando Sottocasa.

Con il bando Sottocasa Fondazione Cariplo intende arricchire l’offerta culturale nei territori fragili, sostenendo iniziative capaci di promuovere la partecipazione culturale di fasce sempre più ampie della popolazione residente e di intercettare un pubblico proveniente anche da zone differenti da quelle in cui il progetto si attua. 

Consiste nella proposta di nuove azioni culturali improntate all’inclusione sociale, alla solidarietà, all’animazione e al protagonismo dì tutta la comunità.

"La cultura

è uno degli strumenti più potenti che abbiamo per costruire

nuove narrative territoriali"

In programma

POP UP - 8 ottobre completo.png

IL CONTESTO 

Il progetto si sviluppa ad Angera, ed in particolare nel quartiere Baranzit, quartiere periferico che ospita case di edilizia popolare. Proprio accanto alle case popolari si trova un parco comunale con un campo da calcio e un’area giochi dedicata ai più piccoli. Qui nasce il progetto Pop Up, che punta a promuovere la partecipazione culturale nel quartiere, coinvolgendo non solo gli abitanti, bensì attirando anche un pubblico esterno, con l’intento di decostruire l’immagine pubblica della zona definita dagli abitanti stessi il “Bronx” di Angera.

Il progetto Pop Up nasce da un'idea ed un lavoro che ormai da parecchi anni si sta facendo nel quartiere. Dal 2017, infatti, nell'ambito del progetto di educativa di strada, è stato creato un calendario di iniziative, aperto a tutti gli abitanti, in modo da far vivere quel parco giochi come risorsa, e andare un po’ oltre la “stigmatizzazione”.

Foto casetta pop - Copia.jpeg

COSA SUCCEDE?

​- Un calendario di iniziative culturali, promosse e comunicate in modo da attrarre non solo gli abitanti del quartiere, ma anche chi proviene da zone e comuni diversi rispetto a quelli di intervento.

Il Calendario prevede 5 filoni:

  • Il libro: 4 laboratori di lettura per bambini e incontri con gli autori, organizzati con la biblioteca comunale e la libreria del paese, 2 pomeriggi di visita al Kapannone dei libri, che si torva molto vicino alla zona dove si realizza il progetto;

  • L’immagine: due appuntamenti di cinema all’aperto a inizio e chiusura stagione estiva, una mostra di fotografia con un laboratorio di fotografia stenopeica collegato, un laboratorio artistico per adulti di stampa e incisione con soggetti ispirati al territorio;

  • La natura: passeggiate di conoscenza del quartiere per scoprire sentieri e erbe spontanee, realizzazione di un’opera temporanea di land art, giornate di sport all’aria aperta con le associazioni presenti nel Comune.

  • La musica: concerti ed un laboratorio di percussioni;

  • Il teatro: due appuntamenti di teatro per bambini/ragazzi, un pranzo con delitto.

​- Partecipazione attiva e ingaggio degli abitanti nella produzione artistica

  • Realizzazione di un murales di comunità

  • Giornata di biblioteca dei libri viventi con le storie degli abitanti del quartiere,

  • Realizzazione di un podcast in brevi puntate sulla storia del quartiere e le sue particolarità

- Ingaggio degli abitanti nella riqualifica e cura degli spazi comuni con giornate di pulizia e autocostruzione

Raggruppamento loghi orizzontale.png
new_logo_aquilone_ok trasp PNG.png

Realizzato con

Comune di Angera

Assessorato ai

Servizi Sociali

logo-ente.png