Progetto GAP (Gioco d'Azzardo Patologico)

Contatti

Coordinatrice:
Dott.ssa Michela Prando
a-mail: recioto.rosso@gmail.com
tel: 393/9740565

GAP 2.0 è un progetto che ha la finalità di aumentare l’informazione sui rischi del gioco d’azzardo patologico nella popolazione in generale, e presso giovani e anziani in particolare, e offrire spunti di riflessione sulla problematica del gioco d’azzardo patologico, vera e propria epidemia sociale che determina danni economico-materiali, sofferenza e annientamento non solo del giocatore patologico, ma anche dei suoi famigliari.

INIZIATIVE PREVISTE NELL’AMBITO DEL PROGETTO

Obiettivi generali:

  •  Costruire un sistema territoriale integrato che pianifichi e monitori interventi multilivello per contrastare il Gap (gioco azzardo patologico) con tutti i soggetti che intercettano il mondo dei giocatori;

  • Aumentare l’informazione sui rischi del Gap nella popolazione generale ed in particolare presso giovani e anziani;

  • Costruire una mappa del “rischio” quali-quantitativa dei luoghi in cui si gioca sui distretti di Saronno e Busto Arsizio;

  • Favorire l’accesso a sportelli di primo filtro e Ser.T per la presa in carico dei giocatori patologici.

Spettacoli teatrali.

I due spettacoli teatrali dal titolo VITE VINCENTI, che saranno rappresentati al Teatro Giuditta Pasta, fanno parte delle azioni di informazione/comunicazione previste nell’ambito del progetto GAP 2.0.

Il primo dei due spettacoli che è già stato rappresentato nell’ambito della rassegna Studenti in Scena è il prodotto finale di un laboratorio teatrale che ha visto coinvolti gli studenti dello IAL che, con grande entusiasmo e partecipazione, si sono cimentati nel mestiere di attore sotto la guida di Michela Prando, attrice e regista della Cooperativa l’Aquilone. Il secondo spettacolo sarà rappresentato sempre al teatro Giuditta Pasta il 13 maggio alle ore 21.00 con ingresso libero. Entrambi gli spettacoli nascono da una sceneggiatura di Fabio Reina, medico responsabile del SERT, e sono frutto del suo quotidiano incontro con situazioni di dipendenza patologica, esperienze quotidiane di anni d’incontri con persone e famigliari con problematiche derivanti dal gioco d’azzardo patologico. I protagonisti delle quattro storie narrate sono strettamente e visibilmente legati tra loro da azioni, situazioni e luoghi spesso riconoscibili dalla maggior parte degli spettatori come “normali”, come specchi della “normalità”, situazioni sottovalutate o ancor peggio tollerate e giustificate da una società come quella attuale in cui solo se vincenti si è veramente vivi.

Fascia d'età

Giovani e Adulti

Tipologia di intervento:

Progetti socio-culturali

Per approfondire l'argomento:

In programma:

Mercoledì 30Maggio alle 21:00 presso il teatro Giuditta Pasta di Saronno c'è questo bello spettacolo di Michela Prando e L'Aquilone Società Cooperativa Sociale, tratto da un testo di Fabio Reina e costruito da un progetto contro il gioco d'azzardo patologico di Coop Lotta Politiche Giovanili e Codici Ricerca e InterventoINSIEME CONTRO L'AZZARDO LUINO

Un piccolo assaggio dello spettacolo...

L'Aquilone Società
Cooperativa Sociale
via Vittorio Veneto 13/B 
21018 Sesto Calende (VA)
P. IVA: 02150100127

  • Facebook Social Icon