“Cantiere felice: Casa Colombo”

L’Aquilone trasloca e vola dall’altra parte della strada.

 

 

Novembre 2020

Eh sì, dopo tanti anni L'Aquilone cambia casa e vola dall'altra parte della strada.

Il prioritario impegno è quello di rendere quel che al momento è un cantiere felice, una nuova casa, un luogo accogliente capace di far stare bene chi lo vivrà e chi verrà a farci visita, usufruendo dei servizi che dentro a queste mura troveranno un nuovo spazio.

Vi raccontiamo una breve storia fatta di persone, relazioni, luoghi, impegno, passione, amicizia e “buone pratiche”.

La nostra Cooperativa è una realtà che trasforma mentre si trasforma e, nell’ultimo anno, l’esigenza di trasformarsi, la spinta verso il cambiamento, si è manifestata con forza ed una certa urgenza.

 

Quello trascorso, e assolutamente non ancora terminato, ha rappresentato per L’Aquilone un periodo molto duro, ma generativo nello stesso tempo. Si sono susseguiti eventi e presentate situazioni rispetto alle quali abbiamo dovuto reagire con prontezza e una buona dose di coraggio: il lockdown, la repentina interruzione di alcuni tra i nostri servizi, la necessaria riorganizzazione, il bisogno di imparare e scoprire nuovi metodi di lavoro per non perdere la relazione con le ragazze ed i ragazzi, con le famiglie.

La volontà e la necessità di ridurre i costi che eccessivamente gravavano su una situazione economica resa difficile dall’emergenza sanitaria, ci ha portato a riflettere su quella che per 26 anni è stata, non solo la nostra casa, ma anche un luogo che ha ospitato consulenze, formazioni, colloqui. Un luogo di scambio e confronto dove molte delle nostre idee sono nate, uno spazio aperto, ma nello stesso tempo protetto. Una casa per molti, ma il cui affitto non è ora più sostenibile.

La base sociale della Cooperativa è una base solida, i soci sono le fondamenta che danno forza e stabilità ai “mattoni” che la compongono. Ed è proprio grazie a questo che tutto ha un nuovo inizio.

La famiglia di una socia possiede un appartamento inutilizzato in un palazzo dall’altro lato della strada e, da tempo, si ragionava insieme su come questo spazio potesse rivivere a favore di progetti sociali utili alla comunità. Proprio nel giugno di questo difficile anno, scatta la scintilla: la famiglia Colombo ci offre la possibilità di rendere quel luogo vuoto ed inutilizzato, la nostra nuova sede, attraverso un contratto di comodato d’uso gratuito, intravedendo così la possibilità di realizzare la destinazione sociale dell’immobile, aiutando direttamente la Cooperativa.

Accettiamo immediatamente, sia per il sollievo economico che questa proposta rappresenta, sia perché questo DONO ci permette di mantenere la nostra presenza sul territorio originario, quello di Sesto Calende.

Già dal primo sopralluogo, capiamo che apportare cambiamenti in un appartamento anni ‘70 non è una cosa da dilettanti: le socie e i soci si trovano davanti pareti ricoperte da carte da parati, moquette ai pavimenti e lampadari troppo retrò per un ufficio, troppo delicati per avere a che fare con i bambini e i ragazzi che verranno a trovarci.

Pur sapendo che gli spazi ospiteranno anche il personale amministrativo della Cooperativa, l’intento è di mantenere l’anima di casa che questo appartamento porta con sé. Che possa in qualche modo rimanere un po' la casa della nonna in cui da bambini si veniva coccolati.

Il dono della famiglia Colombo ha rappresentato la scintilla da cui sono scaturiti tanti fuocherelli. Così è accaduto che alcuni professionisti che hanno a cuore la Cooperativa, stanno offrendo le loro competenze gratuitamente: abbiamo nel nostro organico un’architetta, un falegname ed un elettricista.

Professionisti e manovali allo sbaraglio, tutti lavoratori volontari, hanno già iniziato a trovarsi ogni sabato, in un corale ed unitario sforzo per rendere quel luogo il nuovo cuore pulsante de L’Aquilone.

I lavori sono molti, la voglia di farli anche, le competenze… eh.. quasi.

 

Ci stiamo cimentando nel:

  • Togliere la carta da parati e la moquette 

  • Imbiancare le pareti dell’appartamento 

  • Imbiancare le pareti dell’appartamento che lasciamo

  • Allestire la cucina con pannelli, mobile lavandino e lavandino, boiler per l’acqua calda, panca di legno e cuscini.

  • Il Bagno? Non si tocca, rimane vintage fino in fondo! Lo dice l’architetto!

Si parte! Benvenuti al Cantiere felice...

Alcuni degli amici che ci hanno aiutato...

Gianni

Erika

E finalmente siamo a metà dei lavori.

Faticoso, rumoroso, confusionario, partecipato, colorato, mangereccio, danzante e gioioso. Un Cantiere felice, grazie a tutte le persone che ci hanno aiutato e che in diverse forme sono state presenti.

Ed è a tutte queste persone che va il nostro GRAZIE più sincero.

A fine di gennaio ci siamo ufficialmente trasferiti a Casa Colombo, quindi quel che segue è il nostro nuovo indirizzo:

Via Umberto Maddalena, 5 - 21018 Sesto Calende (VA)

Abbiamo ancora qualche lavoretto da terminare, ma l'attività della Cooperativa non si è mai fermata.

Lavoro, progettazioni, pensieri... tutto sempre in gran fermento.

Ci rivediamo presto per il taglio del nastro ed i festeggiamenti. Stay tuned!

L'Aquilone Società
Cooperativa Sociale
via Umberto Maddalena 5 
21018 Sesto Calende (VA)
P. IVA: 02150100127

  • Facebook Social Icon